ON OFF Enthusiast

Ove gli appassionati di tutte le moto On Off italiani e non, si possono incontrare
 
IndicePortaleFAQLista UtentiRegistratiAccedi
Stagione 2011 in programmazione
-----------------------
Grosse novità in arrivo, presto saranno svelate
-----------------------
Stagione 2011 in programmazione
-----------------------
Grosse novità in arrivo, presto saranno svelate
-----------------------

Condividi | 
 

 Yamaha Super Tènèrè 1200

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Red Baron

avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 26.09.09
Località : Trieste

MessaggioTitolo: Yamaha Super Tènèrè 1200   Mar Mar 02, 2010 11:59 pm

è uscita la ST 1200, la moto è molto bella e ben fatta, Yamaha promette buone prestazioni in Off Road nei limiti di queste moto naturalmente, che dire..... non resta che vederla dal vivo e provarla per vedere se le aspettative sono state confermate o no, ma quel che conta per il momento è il fatto che qualcosa di nuovo ed innovativo è uscito come alternativa al BMW GS a cui è stata dichiarata guerra commercialmente parlando.
Quindi benvenuta Super Tènèrè in questo mondo di On Off e ora vedremo prossimamente cosa sai fare.
A presto foto e approfondimenti..
Torna in alto Andare in basso
Red Baron

avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 26.09.09
Località : Trieste

MessaggioTitolo: Re: Yamaha Super Tènèrè 1200   Ven Mar 05, 2010 1:27 am

Scusate ma ho dei problemi a pubblicare le foto, comunque quelle sono ormai ampiamente disponibili sul sito Yamaha. Per il momento pubblico l'approfondimento tecnico condito da qualche mia considerazione personale.

Ci siamo, è arrivata, Yamaha ci ha fatto letteralmente impazzire con una serie di notizie relative alla nuova Super Tènèrè bicilindrica da entrofuoristrada, oggi si usa il termine inglese ON OFF (termine da cui deriva il nome del nostro gruppo di appassionati di queste moto) ma visto che Yamaha è in vena di rievocazioni storiche Dakariane voglio usare la terminologia di quei bellissimi tempi andati. Si quei bellissimi anni delle gare Africane dove le grandi marche si scontravano nel deserto per primeggiare poi nelle concessionarie dove il mercato di queste moto era al massimo splendore. Erano anni che diedero vita ad una tipologia di moto tutto-terreno comode e instancabili per i viaggi e divertenti nel fuoristrada leggero. I grandi c’erano tutti Honda con l’Africa Twin, Yamaha con la Super Tènèrè, Suzuki con il DR Big, BMW con il R-GS Paris Dakar e Kawasaki con il KLE, e naturalmente poi una lunga serie di monocilindrici più piccoli di vario tipo.

Tecnica/Considerazioni e Pareri

Vorrei ora entrare nel dettaglio tecnico di questo progetto che su carta sembra decisamente vincente, una linea che piace molto, tecnologie di prim’ordine e uno studio durato anni per non lasciare nulla al caso. E’ ovvio che le considerazioni che seguono sono state sviluppate in base alla mia esperienza/conoscenza tecnica su quanto dichiarato da Yamaha stessa e quindi senza una effettiva prova pratica a conferma delle stesse rimangono soltanto considerazioni teoriche, anche se dubito fortemente che la casa dei 3 diapason si metta a dichiarare cose non vere e supportate da fatti concreti.
Motore:
Bicilindrico parallelo fronte marcia a 4 tempi DOHC, con iniezione elettronica, 4 valvole e doppia accensione, cioè 2 candele per cilindro come l’Africa Twin. Cilindrata 1.199cc potenza massima di 110 CV a 7250 giri/min e un ottima erogazione della coppia. Motore Super Quadro con appunto misure di alesaggio 98 mm e corsa di 79,5 mm che indica senza dubbio la vocazione molto sportiva, questa soluzione ha pure altri vantaggi, infatti consente di contenere peso e dimensioni del motore come pure quello delle masse rotanti. Risultato, una moto molto reattiva e bilanciata. Gestione elettronica dell’accelleratore YCC-T come sulla sportiva R1 con 2 diverse mappature di centralina, Sport e Touring ma cè la posizione Off per escluderlo dove non è gradito al pilota.
Sempre sulla base delle dichiarazioni Yamaha questo sistema va a sposarsi con la scelta dell’inclinazione dei cilindri (o fasatura dell’albero come dir si voglia) a 270° ampiamente testato nella SuperBike al fine di migliorare decisamente la connessione tra ruota posteriore e accelleratore.
Trasmissione:
Primaria a 6 rapporti e secondaria a cardano, sistema antipattinamento TCS anch’esso come l’accelleratore sfruttabile su 2 posizioni o spento, TCS1-TCS2-Off.
Funziona così:
TCS1 controllo totale della trazione sino dalla minima perdita di aderenza
TCS2 controllo parziale della trazione al fine di ottenere un minimo di pattinamento indispensabile
Nella guida in fuoristrada
Off spento per una guida tradizionale.
Freni:
Sistema di frenata integrale UBS, Unified Braking System e controllo anti bloccaggio ABS.
Il sistema UBS funziona così:
l’UBS effettua un continuo monitoraggio della velocità,della decelerazione e dello slittamento distribuendo e regolando la frenata alle ruote attraverso sensori e centralina elettronica che agiscono sulla pompa del freno sul manubrio che a sua volta comanda la pompa del freno posteriore in base alla velocità e alla pressione esercitata sulla leva, infatti il sistema funziona solo ed esclusivamente quando si usa soltanto la leva del freno anteriore e non interferisce minimamente sul posteriore qualora viene usato.
Se si usa per primo il freno posteriore il sistema si disattiva automaticamente dando al pilota il totale controllo del mezzo rendendolo di fatto a frenata tradizionale, non è del tutto chiaro una volta disattivato il sistema per quanto tempo rimane così e con che modalità si riattiva e se è controllabile da una spia nel criscotto. Si può soltanto supporre che rimane tale fino a che non si ricominci ad usare solo ed esclusuvamente la leva del freno anteriore. Questo sistema è pensato molto bene in quanto non disturba affatto nelle manovre a bassa velocità, nella guida con passeggero e bagagli e nell’uso del freno posteriore per la correzzione delle curve, agevola oltresì la guida in piedi in quanto permette di usare solamente la leva al manubrio incuranti del freno posteriore.
Pesi e distribuzione delle masse:
A tale proposito Yamaha dichiara testualmente quanto segue: “Le masse centralizzate e il baricentro basso assicurano una guida agile e leggera, sia a bassa velocità, in tratti rocciosi, sia ad alta velocità, nelle serie di curve di un percorso misto. E SuperTénéré è un vero duro nell’off-road, grazie anche alla tecnologia che assiste il pilota”. Questa dichiarazione si commenta da sola, se ne deduce che è stato fatto una super lavoro ingengneristico per la distribuzione delle masse al fine di ottenere una Super Tènèrè maneggevole e quindi adatta a tutti, esperti e non, consentendo pure ai “gran manici” di divertirsi parecchio dando la possibiltà di fare bei numeri da circo.
Ciclistica:
Forcella anteriore regolabile a steli rovesciati di 43mm di diametro , mono posterire con regolazioni di precarico ed estensione, forcellone posteriore in alluminio, cerchi a raggi con misure di pneumatici 110/80-19 anteriore e 150/70-17 posteriore, il tutto montato su un telaio in acciaio.
Considerazioni:
La ST è una moto che potenzialmente può accontentare tutti o quasi, è un progetto realizzato con cura ha molta elettronica volta ad agevolare il pilota sia inesperto che esperto e per i tradizionalisti o malfidanti dell’elettronica tutti i sistemi sono disattivabili rendendola di fatto una moto “normale”, ma anche in questo caso rimane una moto ben fatta, gran motore,ottima ciclistica e ottima distribuzione dei pesi e quindi maneggevole sia in strada che in fuoristrada.
Parlando in questi giorni con tanti miei colleghi meccanici, piloti e motociclisti di lungo corso esperti di fuoristrada tutti ma proprio tutti abbiamo sollevato soltanto un'unica questione sulla guida in Off Road, come sulle auto fuoristrada l’esperto disattiverà tutti i sistemi elettronici in quanto pericolosi agli esperti che guidano “sopra le righe” perché annullano totalmente il controllo del mezzo e la percezione di quello che accade nelle scivolate controllate e nel calcolo della reale tenuta dei pneumatici e della ciclistica, e quindi il grosso punto a sfavore di questa moto è il cardano…...il cardano nell’uso gravoso in fuoristrada da fastidio per la sua “strana” erogazione della potenza alla ruota e per tanto forte e resistente possa essere, un esperto lo romperà sempre e comunque. Quindi nonostante gli sforzi di Yamaha anche l’esperto dovrà limitarsi a un fuoristrada ad andature tranquille soprattutto su terreni molto accidentati al fine di evitare risposte brusche del retrotreno e mantenere la longevità del cardano. Quindi è chiaro e lampante che fuoristrada si anche impegnativo ma ad andature turistiche per godersi il panorama.
Pareri:
Vorrei concludere che a mia memoria nel campo delle On Off non ricordo un caso analogo dal 1988-89 annata che vide la nascita dell’Honda Africa Twin, dove all’uscita di un modello veramente innovativo tutti i tecnici ed esperti l’hanno promossa e invece gli utenti “normali” la bocciano drasticamente. Quindi navigando tra vari siti internet e relativi forum ho potuto leggere che la bocciatura e le critiche varie da fantomatici GURU del motociclismo On Off Road abbondano incredibilmente. Non voglio entrare nel merito della questione e mi limito a dire che chi le cose le sa la approva con ovvio beneficio del dubbio consono di questi casi che impone cautela fino alla prova pratica e almeno un po’ di tempo per verificarne l’affidabilità, solo dopo si può eventualmente bocciare o promuovere un progetto simile.

Red Baron
Torna in alto Andare in basso
Mianuz

avatar

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 26.09.09
Età : 40
Località : Tonadico TN

MessaggioTitolo: Re: Yamaha Super Tènèrè 1200   Lun Apr 05, 2010 11:39 pm

Beh che dire, un plauso a Yamaha per aver realizzato una bella bestia, ora rimane solo di poterla vedere dal vivo e magari provarla.
Le premesse sono molto buone, vedremo il tempo che cosa dirà.
Ecco una scelta sulla quale non sono d'accordo è il prezzo: 15.000 eurozzi mi sembrano un po' troppo... E' vero che viene fornita con tutti gli optional montati, ma è anche vero che da alcuni comunicati di Yamaha, questo sarà solo un prezzo promozionale, e dall'anno prossimo sarà possibile acquistarla per qualcosina in meno ma senza nulla montato.....
Un'altra cosa che non condivido come scelta è di fare solo la prenotazione online senza poterla vedere dal vivo.
In un momento difficile sia per il mercato moto che per i possibili acquirenti, beh comprare una moto senza nemmeno averla vista è un pochettino un'azzardo a mio parere, non stiamo parlando del V-Max che ha avuto un discreto numero di vendite online, sempre a scatola chiusa, ma è un altro genere...
In ogni caso ripeto, un plauso a Yamaha per aver tirato fuori le palle e aver lanciato il Super Ténéré 1200

Ora vediamo che faranno le altre case, Honda con questo nuovo fatidico successore del Varadero....

Movimenti interessanti arrivano dalla casa di Noale, Aprilia sta creando un paio di progettini molto interessanti, il primo dovrebbe essere presentato quest'autunno...

Attendiamo novità-------

Ciao a tutti

_________________
Torna in alto Andare in basso
http://onoffenthusiast.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Yamaha Super Tènèrè 1200   

Torna in alto Andare in basso
 
Yamaha Super Tènèrè 1200
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La mia STING SUPER HPC 2010 tiene il telaio rotto.
» Discho Super Speed
» super tennis
» pro kennex super spin chi la conosce?
» ION SUPER SOFT

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ON OFF Enthusiast :: News :: Moto/Tecnica Equipaggiamento-
Vai verso: